Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

accreditamento
scheda-animali
numeri-utili
forum
news
pronto-soccorso
 

 Veterinari.it è un portale nato nel 1997 con lo scopo di aiutare via internet i proprietari di animali di affezione. Il portale dispone di molti collaboratori, giornalisti, veterinari, naturalisti, biologi e altri professionisti del mondo animale.

una gravidanza inattesa

Abbiamo adottato Lucia, una coniglietta giarra bianca che era stata abbandonata, e il 13 ottobre 2000 l'abbiamo portata a casa. Era stata "accuratamente" visitata dai veterinari dell'ENPA, ma non si erano accorti che era in stato interessante!Volevamo farle fare conoscenza con Camillo, il nostro coniglio nano, ma si sa, i primi approcci sono sempre un pò turbolenti; così, forse per lo stress, il 17 ottobre troviamo nella gabbietta di Lucia un cuccioletto nato morto, quasi formato. Presi dal panico telefoniamo ad un paio di veterinari, ma ci dicono di stare tranquilli, che se entro 2-3 giorni non succede niente di strano, significa che non c'è da preoccuparsi , che c'era un unico cucciolo; ancora preoccupati andiamo alla ricerca anche in Internet e conosciamo i siti di Protty e di Freccia; ma dopo qualche giorno iniziamo a tranquillizzarci: Lucia è serena e non ci sono novità!

26.10: Lucia inizia a strapparsi il pelo dal ventre e dai fianchi, lo tiene in bocca e lo mescola ai trucioli e al fieno facendo una costruzione fitta fitta: lo splendido nido per i suoi cucciolini. 

1°  giorno (27.10): Arriviamo a casa all'ora di pranzo,ma non c'è nessuna novità; dopo circa un'ora guardiamo come stà Lucia e intravediamo qualcosa che si muove nel nido! Ancora increduli, la facciamo uscire dalla gabbia e ispezioniamo il nido con molta cautela, dopo esserci strofinati le mani nel fieno per non infastidirla con il nostro odore ed evitare l'eventuale abbandono dei cuccioli.Che emozione, che gioia immensa: Lucia ha dato alla luce 2 splendidi cuccioletti sani e vivaci, piccolissimi (circa 4-5 cm.), privi di pelo e di colore scuro, con occhi e orecchie chiuse, aderenti al capo; come dei  vermetti con 4 appendici inutilizzate e inerti che poi sarebbero diventate delle forti zampette!

2°-5° giorno (28.10-31:10): Tutto procede bene. Nonostante veterinari, libri e negozianti dicano che la coniglia allatti solo 1 volta al giorno, al riparo da occhi indiscreti e solo quando si sente completamente sicura ed indisturbata, Lucia allatta anche 3 volte al giorno,  sempre quando noi siamo presenti. Per avvisare i cuccioli batte 1-2 volte la zampa sul fondo della gabbia emettendo sordi brontolii e loro si fanno pian piano strada ed emergono un pò dal nido per mangiare. Sentiamo distintamente il rumore delle poppate! Poi Lucia li lecca e li pulisce, in particolar modo nelle parti intime. I cuccioli dormono, ma si muovono spesso!

6° giorno (01.11): Ci accorgiamo che un cucciolo esce dal nido attaccato alla Lucia dopo la poppata e non riesce a rientrarvi, allora lo rimettiamo nel nido e Lucia lo annusa e lo accetta comunque; in serata anche l'altro cucciolo esce dal nido, ma riesce a rientrarvi da solo, anche se malfermo e spaesato; inizia a crescere una lieve peluria scura.

7° giorno (02.11): C'è un pò di odore, quindi procediamo con molta cautela alla pulizia della gabbia, cercando di mantenere intatto il nido. Entrambi i cuccioli escono, ma poi rientrano da soli nel nido: uno è molto più sicuro e poi fa un richiamo (come un breve squittio) all'altro per indicargli la strada per rientrare.

8° giorno (03.11): I cuccioli iniziano a fare dei piccoli "giretti" nella gabbia in cerca di Lucia. Uno sembra più affamato ed insistente. Entrambi riescono a stare seduti sulle zampette posteriori. Da notare che i coniglietti camminano mettendo avanti prima una e poi l'altra zampa: non sanno ancora saltellare!

9° giorno (04.11): I cuccioli aprono le orecchie e sembrano sentire rumori, voci e sono particolarmente attratti dai richiami di Lucia che quando va a controllarli emette dei sordi e continuati brontolii. Camminano più speditamente e uno dei 2 fa una prima timida corsetta spiccando anche 2 balzetti!

10° giorno (05.11): Pulizia completa della gabbia. I cuccioli entrano ed escono autonomamente dal nido (che abbiamo cercato di conservare intatto) e riposano insieme a Lucia o addirittura si "arrampicano" goffamente sopra di lei per dormirle sopra. Iniziano ad aprire gli occhi. Aggiungiamo una manciata di cibo per cuccioli, ma lo mangia Lucia. 

11° giorno (06.11): Lucia non sta bene: ha  una forte diarrea ed è molto nervosa (forse a causa del cibo per cuccioli?); scava e si agita "maltrattando" i cuccioli che di conseguenza non mangiano. Cerca di metterli sotto a lei per farli mangiare, ma li strattona e loro, forse perché è sporca e non ha il solito odore, non ne vogliono sapere! Così li separiamo da lei per tutta la giornata. Siamo molto preoccupati: al negozio dicono che forse Lucia è già in calore e di conseguenza potrebbe abbandonare i cuccioli. Inoltre dicono che se non mangiano per più di 24 ore, difficilmente potranno sopravvivere! In serata tentiamo con insuccesso l'allattamento artificiale. Lucia sembra essersi rimessa un pochino quindi la puliamo ben bene con l'acqua tiepida, tagliando anche alcuni di grumi di pelo sporchi e cautamente riavviciniamo i cuccioli uno alla volta. Che sollievo: entrambi mangiano con voracità! Per la notte li teniamo separati.Uno dei 2 è sempre stato molto più grande e dopo l'allattamento ha una pancia gonfissima e fa perfino fatica a camminare!Procediamo anche alla prima pesata: 120 gr. - 200 gr.

12° giorno (07:11): Già in mattinata si vede che Lucia stà molto meglio, così li riuniamo. Lei li lecca amorevolmente e li tiene vicini a lei. Gli occhi sono completamente aperti e il più grande dei due si alza e si sporge dalla gabbia per osservare ciò che lo circonda! Scavando si sistemano da soli il nido e camminano su e giù per la gabbia, spiccando di tanto in tanto qualche piccolo balzo. 

13° -21° giorno (8-16.11): I cuccioli corrono e saltellano nella gabbia; le orecchie, prima aderenti al capo e ripiegate all'indietro, cominciano a stare ritte sulla testa. Il più grande dei cuccioli fa i primi tentativi di nutrirsi autonomamente: sgranocchia il pane secco di Lucia, il fieno e persino un pezzo di carruba .  Mangiano entrambi abbondantemente e aumentano di peso di giorno in giorno: 220 gr. - 320 gr.

22° - 32° giorno (17 - 27.11): Entrambi i cuccioli stanno in piedi sulle zampe posteriori e fanno "l'omino", corrono, saltano e sono vivacissimi. Quando diamo qualche pezzo di cracker a Lucia i 2 accorrono e se li contendono; bevono da soli dalla  loro ciotola. Incominciano a mangiare il pellet.L'aumento di peso è costante e molto evidente: 420 gr. - 580 gr.In questi giorni facciamo le prime "foto ufficiali".

 33° -  45° giorno (28.11-10.12): Tutto procede bene; il più piccolo dei cuccioli monta l'altro, quindi pensiamo sia il momento di provare a determinarne il sesso. Dopo accuratissimi esami degli organi genitali, siamo quasi certi che siano maschio (anche se non sono minimamente visibili i testicoli) e femmina. Procediamo così alla scelta dei nomi con l'aiuto della mamma Lucia (quello che lei mastica per primo fra i vari foglietti con  i nomi) che sceglie ENRICO che è uguale alla mamma e MARTA che è nera con la striscia bianca sulla testina! Lucia li allatta ancora, anche più volte al giorno, ma deve avere poco latte e si affatica poiché i 2 oramai  sono "enormi": Enrico 660 gr. E Marta 860 gr.! Comunque oramai  mangiano di tutto da soli, anzi si rubano il cibo l'uno con l'altro, bevono dai beverini ed incominciano a fare i primi passi fuori dalla gabbia. Quando escono sono molto curiosi anche se Marta, pur essendo più grande è la più titubante e aspetta  sempre che sia Enrico, che è molto più intraprendente, a fare il primo passo e ad esplorare.

46°-50° giorno (11-15.12): Abbiamo dovuto comprare una nuova gabbia e separare Enrico, poiché tentava sempre di montare Lucia e... non si sa mai!!! Comunque ogni giorno li lasciamo un po' liberi tutti e 3 insieme e giocano, corrono ed esplorano in giro. Saltano tranquillamente su e giù dal divano.Familiarizzano, anche se un po' impauriti, con Camillo, che con la sua ormai proverbiale dolcezza li lecca, li coccola e li rassicura! Insomma, anche gli inattesi cuccioli di Lucia entrano a far parte della famiglia dei Camilli con tutto ciò che quesrto fatto comporta: creazione con 2 mensoloni di un piano rialzato per la sistemazione delle 3 nuove gabbie...e tanto, tanto daffare! Ma anche tanta gioia, amore e conforto per mamma Claudia e papà Paolo alla fine di ogni "dura" giornata di lavoro!!!